Home > Argomenti vari > Immagine che trascolora

Immagine che trascolora

21 Marzo 2008

 

 

Creo un’ immagine che mi parli di te. La creo dal sogno in questo lontano pianeta. La piccola gatta che mi giace accanto in questa notte di calore non può certo prendere il tuo posto, mia predatrice. Mi levo nella luce delle due lune alte sull’ orizzonte netto del deserto e nudo cammino per la stanza. Il pavimento vagamente fresco tampona per un breve attimo il calore del mio corpo. Lei giace là addormentata, i capelli sparsi sul cuscino dopo l’ estasi. I piccoli seni evocano il paesaggio appena ondulato del deserto là  fuori. I capezzoli si ergono come piccole torri di vedetta. Seguo il suo corpo fino all’ inguine, dove la confluenza delle cosce è separata da una sottile striscia di pelo scuro che rende più malizioso il suo sesso. Mi volto e mi allontano verso il laboratorio. Pezzi sparsi ovunque, circuiti miniaturizzati e tessuti sintetici. Tu sei là su quel lettino di freddo metallo. Non ho ancora finito di assemblarti. Un pezzo dopo l’ altro, nell’ illusione di poterti ricreare ancora una volta. Ma chi manca sei tu, la tua essenza unica, la tua selvaggia assurdità. Non posso replicarti e non posso averti in questa lontananza. Hunter, piena di rancore, così feroce che hai divorato la piccola Mooney. Dove sei? Chi sei ora? Ed io che ci faccio qui lontano da te in questo esilio? Shadow è il nome che mi sono scelto in questa vita, e non sono che l’ ombra di me stesso, l’ ombra di un pensiero che ti segue di nascosto. Il corpo vincolato a seguire i limiti umani. Lontano, relegato qua ai confini dell’ universo noto. Chi sono io per te ormai se non un’ immagine che trascolora nel riflesso psichedelico di uno specchio?

  1. 27 Marzo 2008 a 10:35 | #1

    Assemblare una donna daccapo sembra un’impresa non da poco, specie se la donna è fascinosa come quella del post. Un saluto e a presto

  2. 27 Marzo 2008 a 19:41 | #2

    … sei Sandra?

    ciao

  3. 1 Aprile 2008 a 0:16 | #3

    Grazie per le tue parole da me… Anche per me leggerti è sempre un piacere… Un raro piacere… E stare lontano dal tuo mondo è una piccola sofferenza non lo nego…

    Al di là delle trame sempre interessanti e … sensuali ;-) … scrivi davvero bene Pen… Perdersi nei meandri del tuo scrivere è sempre un emozione…

    Un Bacio,

    Ale – Tra Cuore e Mente.

  4. 1 Aprile 2008 a 1:15 | #4

    Passo dopo passo arriveremo a capire finalmente..ne sono certa..ma non mi stancherò mai di cercare..ancora..ed ancora..le tue carezze..

    Bacio..

  5. 2 Aprile 2008 a 22:30 | #5

    pen,

    ma a te in un osteria

    di quelle con il bicchiere sporco e il vino andato, ti ci hanno mai portato?????

    scendi sulla terra

    qui ci sono pezzi di merda d’uomini (come me)che hanno bisogno di intelligenze come la tua!!!

    per sentirsi un po’ migliori

    one

  6. 4 Aprile 2008 a 21:25 | #6

    buon week end! ;)

  7. 5 Aprile 2008 a 4:12 | #7

    Ciao Pen, sono tornata su Drone… da te…

    Lo so, manco da tanto tempo e quasi mi sembra impossibile che sia successo…

    Adesso sono qui, di nuovo… ancora… e come sempre ho per te baci e carezze…

    Ti aspetto nel mio mondo.

I commenti sono chiusi.